Archivio Attivo Arte Contemporanea http://www.caldarelli.it

 

Nastri
dalle collezioni
dell'Historisches Museum
Basilea

a cura di
Irmgard Peter-Müller
testi di:
Irmgard Peter-Müller
Luca Patocchi
Burkhard von Roda
Edizioni Fondazione
Galleria Gottardo
Lugano 1992
39 pp. 22x24 cm.
ill. b/n e col.
lingua ital/ted.











La produzione di nastri di seta fu, tra il XVII e il XX secolo, il principale settore economico di Basilea, città già molto nota per la sua produzioni di tessuti di panno, velluti e sete. I primi produttori di nastri, detti anche passamantai, fabbricanti di passamaneria, tessitori di passamani, tessitori di frange..., giunsero a Basilea dalla Francia , verso la fine del 1500, creandovi un fiorente commercio di galloni, bordini, frange, pizzetti, pizzi d'oro e d'argento... che nascevano da uno stretto rapporto tra alcune tecniche di passamaneria e tessitura di nastri: La produzione era caratterizzata da una accurata esecuzione a mano, per lo più fatta a domicilio, nelle campagne, mentre della vendita si occupavano i fabbricanti di città. La moda poi del XVIII secolo con il suo abbondante impiego di nastri per guarnire abiti e copricapi, portò i nastri di Basilea a distinguersi in tutto il mondo per la loro ricchezza decorativa, per la raffinatezza della tecnica d'esecuzione per i tessuti pregiati. La più importante collezione di nastri basilesi, con migliaia di campioni provenienti dai tre principali nastrifici di Basilea, sono conservati al Museo Storico di Basilea, e viene documentata in questo catalogo, edito in occasione della mostra presentata dalla Galleria Gottardo di Lugano (dal 19 maggio al 14 agosto 1992) a cura della storica Irmgard Peter-Müller. (R.M.C.)

L'indirizzo della Fondazione Galleria Gottardo in Internet http://www.gottardo.ch


Chi fosse interessato a contattarci può inviare materiale al nostro indirizzo geografico virtuale.
Archivio Attivo Arte Contemporanea piazza Vittorio Emanuele 8 - 22030 Caglio (Como) Italia
oppure scrivere via e-mail a miccal@caldarelli.it

TORNA ALL'INDICE